La dieta mediterranea, Patrimonio Mondiale

La dieta mediterranea, Patrimonio Mondiale
Un comitato intergovernativo dell'Unesco, presieduta dal keniano Jacob Ole Miaron, ha deciso di includere la dieta mediterranea nella lista del patrimonio culturale immateriale. La nomina è stata presentata congiuntamente da Spagna, Grecia, Italia e Marocco.
 Secondo Unesco esposto, "la dieta mediterranea è un insieme di competenze, conoscenze, pratiche e tradizioni legate al consumo umano, dalla terra alla tavola, che copre colture, colture e la pesca, nonché la conservazione, trasformazione e preparazione di alimenti e, in particolare, il consumo di questi. " Il comitato ha sottolineato che gli ingredienti principali di questa dieta sono "l'olio di oliva, cereali, frutta e verdura fresca o secca, una moderata quantità di carne, pesce e latticini, e molti condimenti e spezie, il cui consumo a tavola E 'accompagnato da vino o infusi, sempre nel rispetto convinzioni di ogni comunità. " Si sottolinea inoltre che la dieta mediterranea, il cui nome deriva dalla parola greco diaita, che significa vita-mode include non solo cibo, ma "un elemento culturale che promuove l'interazione sociale."

Buon per tutti


 Uno studio presentato al recente Meeting Annuale della American Neurological Association ha rivelato che la dieta mediterranea protegge le aree cerebrali coinvolte nella memoria e il pensiero, e riduce il rischio di ictus. Con otroa mano, secondo la ricerca pubblicata nel prestigioso British Medical Journal nel 2008, questo tipo di cibo ci protegge dalle malattie più croniche, tra cui il cancro, il morbo di Alzheimer, le malattie cardiache e il morbo di Parkinson.
  0   0

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha