I diritti di voto di un criminale condannato

 I diritti di voto dei criminali condannati sono disciplinati dai 50 stati e nel Distretto di Columbia. Leggi dello Stato che interessano criminali diritti di voto variano ampiamente, dal Maine e Vermont, dove sono ammessi i criminali di voto durante la detenzione, Kentucky e Virginia, dove è possibile ripristinare i criminali diritti di voto solo applicando al regolatore. Alcuni Stati membri consentono ai criminali condannati a riprendere la votazione dopo essere stati liberati dal carcere. Altri Stati prevedono il ripristino dei diritti di voto al termine della libertà vigilata. Un altro gruppo di stati permettono condannato criminali di voto dopo aver completato tutte le forme di libertà vigilata. Alcuni stati limitare criminali diritto di voto in base a criteri come il tipo di reato commesso.

 Quattordicesimo Emendamento

 Le leggi federali non trattano diritti di voto dei criminali condannati. L'insediamento di criminali diritti di voto si svolge a livello statale, e varia da stato a stato. Quattordicesimo Emendamento della Costituzione degli Stati Uniti è citata come l'autorità delle leggi statali che limitano il diritto di criminali di voto. Il quattordicesimo emendamento prevede che "Nessuno Stato potrà effettuare o far rispettare qualsiasi legge che limiti i privilegi o le immunità dei cittadini degli Stati Uniti", ma non vieta la riduzione dei diritti di voto per ragioni di "partecipazione in rivolta, o altro crimine. "

 Leggi statali meno restrittive

 Due stati, Maine e Vermont, non posizionare le restrizioni al diritto di criminali condannati a votare; criminali in Maine e Vermont possono votare durante la detenzione. Tredici Stati e il District of Columbia vietano i criminali in carcere a votare, ma permettono criminali condannati a votare di nuovo quando vengono rilasciati dal carcere. Questi 13 Stati sono Hawaii, Illinois, Indiana, Massachusetts, Michigan, Montana, New Hampshire, North Dakota, Ohio, Oregon, Pennsylvania, Rhode Island e Utah.

 Completamento di parole, libertà vigilata

 Un altro gruppo di Stati stanno riprendendo quota dei diritti di voto al termine del periodo di prova o di parole. Cinque Stati membri permettono condannati criminali a votare quando hanno completato parole; questi stati sono California, Colorado, Connecticut, New York e South Dakota. Diciotto Stati membri consentono condannati criminali votare una volta che hanno completato tutte le forme di libertà vigilata. Questi 18 Stati sono Alaska, Arkansas, Georgia, Idaho, Iowa, Kansas, Louisiana, Maryland, Minnesota, Missouri, New Jersey, New Mexico, North Carolina, Oklahoma, South Carolina, Texas, Virginia occidentale e Wisconsin.

 La maggior parte delle leggi statali restrittive

 In due Stati, Kentucky e Virginia, i diritti di voto di un criminale condannato possono essere ripristinati applicando al Governatore dello Stato. Dieci altri Stati limitano criminali diritti di voto in base a fattori quali il tipo di reato commesso da parte del criminale. Questi 10 stati sono Alabama, Arizona, Delaware, Florida, Mississippi, Nebraska, Nevada, Tennessee, Washington e Wyoming. Per esempio, in Alabama criminali condannati colpevoli di alcuni reati violenti non sono idonei ad avere il diritto di voto ripristinati. In Delaware tutti i criminali devono aspettare cinque anni dopo la fine della loro pena per riconquistare i propri diritti di voto; criminali condannati di crimini violenti specificate devono chiedere la grazia del governatore. In Nevada persone condannate per crimini violenti, e quelli con il secondo tempo di carica di convinzioni, deve chiedere al giudice per il restauro dei diritti di voto.

 Tendenze

 La tendenza in stati che hanno affrontato la questione sembra poco per puntare alla allentamento delle restrizioni sul restauro del diritto di voto per i criminali condannati. Nel Rhode Island, per esempio, un referendum elettore nel 2006 ha permesso ai criminali di prendere il voto condannato dopo essere stato rilasciato dal carcere. In Nebraska, una legge statale 2005 ha abrogato una squalifica a vita sul diritto di voto per criminali condannati, e automaticamente ripristinato i diritti di voto di due anni dopo la fine della frase di un criminale. Una legge del New Mexico nel 2001, ha abrogato il divieto di questo stato sul voto da criminali condannati. Due stati, tuttavia, hanno approvato regole più restrittive. Massachusetts nel 2000, ha approvato un emendamento costituzionale che vieta i criminali di votare in prigione. Elettori Utah nel 1998 ha inoltre approvato un emendamento che vieta i criminali in carcere voto.

  0   0

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha