Gli atleti sono feriti più perdono

Gli atleti sono feriti più perdono
I

Gli atleti che sono sconfitti in una competizione hanno il doppio delle probabilità di essere feriti rispetto a quelli che sono cresciuto a vittoria, perché l'effetto psicologico di essere superare li rende più vulnerabili ad altri problemi, conclude uno studio della Psicologia dello Sport Unità dell'Università di Murcia.
 I ricercatori, guidati da Francisco J. Ortín, Professore di Psicologia dello Sport dell'Università di Murcia, studio sono stati sottoposti a 210 professionisti provenienti da 14 squadre, di età compresa tra i 16 ei 37 anni, con un'età media di 24 calciatori semi-professionali, 59. Lo studio non analizza in dettaglio i fattori psicologici sottostanti negli stessi giocatori sconfitti, ma conferma che dietro ogni infortunio è uno stato di umore basso, sentimenti di frustrazione o stress, e una maggiore tolleranza al dolore e l'elusione o la fuga comportamenti .
 Dato questo rapporto tra lo stato psicologico dell'atleta e la possibilità di lesioni, gli autori concludono che il lavoro di psicologo specializzato nello sport è "cruciale" per ridurre il rischio di danni ai muscoli e articolazioni e aumentare le prestazioni sportivo, migliorando aspetti quali la concentrazione, motivazione, fiducia in se stessi e tensione di controllo.

  0   0

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha